Approfondimenti RC

A proposito di una conferenza di Armando Verdiglione

Alcune righe di testimonianza intorno alla Conferenza del professor Armando Verdiglione, tenuta sabato 4 gennaio 2014 presso Villa San Carlo Borromeo di Senago (Milano), dal titolo: Il genio sessuale, la tavola delle meraviglie, l’uzzolo del piacere.

La lettura di Schopenauer che Armando Verdiglione ci dà ha una portata storica, perché riconduce il pensiero dell’autore tedesco nel suo reale ambito, quello idealistico-romantico (al di là di ogni velleitaria diversa intenzione), e fa intendere come i pochi elementi di novità del suo testo non giustifichino l’importanza che tanti ‘intellettuali’ moderni hanno voluto attribuire al filosofo - importanza fuorviante nel contesto formativo.

Una lettura dunque, quella di Verdiglione, che pubblicata darà indicazioni imprescindibili ai filosofi e ai ricercatori di domani, i quali non potranno che nutrire riconoscenza per il fondatore del Secondo Rinascimento a motivo di tale ulteriore opera di chiarificazione intellettuale.

Roberto Corchia (6/1/2014)

 

Perché cerchiamo, perché facciamo

La questione Dio

Armando Verdiglione 'salva' la questione Dio, che è essenziale per la civiltà, e la rilancia nell'unico modo possibile nell'attualità.

Tale sforzo intellettuale è raro, visto che anche i cristiani oggi spesso sono distratti riguardo all'elaborazione dei cardini della cultura cattolica, prediligendo l'impegno in meritorie opere sociali e di volontariato.

Dio è idea di un oggetto che fa ostacolo a qualsiasi presa o comprensione.

Dio è idea della causa intoglibile nell'esperienza della vita, di ciò che trae.

Dio è idea del sembiante, della condizione senza la quale nulla prende valore.

Roberto Corchia (26/11/2012)